IL PERDONO ENERGETICO

Come ti ho già detto in alcuni dei miei precedenti articoli, siamo noi a creare la nostra realtà. Ogni evento, situazione, persona, persino ogni frase e ogni azione detta o fatta nei nostri confronti è di nostra responsabilità, poiché è un riflesso delle memorie presenti dentro di noi, la maggior parte delle volte però non ne siamo consapevoli.

Sono le emozioni che custodiamo dentro di noi che creano la nostra realtà, siamo pieni di rabbia, di paura, di risentimento, di sensi di colpa, di frustrazione, di angoscia. Sono queste emozioni che bloccano l’energia che dovrebbe aiutarci a portare gioia e abbondanza nella nostra vita.

Ti chiedi spesso del perché le tue relazioni vanno sempre a finire male, del perché i soldi sembrano sempre voler stare lontani da te, del perché ogni progetto che inizi non va a mai a buon fine e per un motivo o per l’altro si conclude con un fallimento.

Non hai semplicemente incontrato le persone sbagliate, avuto pessime idee o sei stato vittima della crisi economica, no non è così. Dietro tutto ciò c’è molto di più.

Il tuo passato, ciò che hai vissuto sin da piccolo, ti ha profondamente segnato, ha contribuito a riempire il tuo inconscio di emozioni molto forti, che poi col crescere hai continuato a portarti dietro, senza saperlo.

Forse attribuisci ai tuoi genitori delle colpe, magari in tanti momenti ti sei sentito trascurato, messo in disparte. Forse hai un fratello o una sorella a cui i tuoi genitori hanno dedicato più attenzioni. Magari ti hanno fatto sentire in colpa per alcuni tuoi atteggiamenti, ti hanno paragonato a qualcun’altro, facendoti sentire strano o diverso, ma tu eri semplicemente te stesso. Può darsi che alcuni episodi ti siano rimasti impressi, può essere capitato che tuo padre o tua madre ti abbiano sgridato in maniera plateale, rimproverandoti aspramente e facendoti sentire terribilmente umiliato o in imbarazzo, e tu abbia provato un senso di colpa così forte che non sei più riuscito a togliertelo di dosso. Ti hanno fatto stare male.

Alcuni genitori si fanno un idea precisa di come debbano essere i loro figli, vogliono che vadano bene in tutte le materie a scuola, che seguano il percorso che loro hanno designato, delle volte invece vige ancora l’idea che le figlie femmine non siano abbastanza intelligenti per proseguire gli studi e debbano invece occuparsi della casa.

La verità è che da piccoli riusciamo a essere veramente noi stessi, un bambino non si preoccupa di ciò che pensano gli altri, si comporta con naturalezza, ed è bello proprio per questo, per la sua spontaneità. Poi crescendo va incontro all’educastrazione, gli si impongono determinati comportamenti da seguire e gliene vengono vietati altri. Non fraintendermi, un bambino ha bisogno di regole, ma non bisogna mai punirlo per essere stato se stesso, siamo noi adulti a etichettare come sbagliati alcuni modi di esprimersi, il bambino è semplicemente spontaneo. Col tempo però, quest’ultimo inizia a voler cambiare, a seguire il modello che la scuola e la famiglia gli hanno imposto e seppellisce il vero se stesso sotto strati di rabbia e frustrazione.

Queste emozioni che impregnano il nostro inconscio, ce le portiamo dietro senza saperlo per anni e anni e contribuiscano a creare attorno a noi fatti, avvenimenti ed incontri, nulla avviene per caso. Condizionano ogni nostro rapporto. Anche il rapporto con i soldi non è un caso. Delle volte senza accorgercene abbiamo instaurato un senso di colpa nei confronti dei soldi, perciò senza volerlo li respingiamo. Magari quando eravamo piccoli, i nostri genitori litigavano per i soldi, oppure ci siamo spesso sentiti ripetere che non c’erano abbastanza soldi per comprare una determinata cosa e che i soldi non crescono sugli alberi, perciò da adulti senza volerlo ci siamo ritrovati nella medesima situazione, con pochi soldi in tasca.

Anche il rapporto con l’altro sesso può venire influenzato dall’educazione che si è ricevuta. Ti potrà capitare di essere troppo pudico, di non riuscire a lasciarti andare totalmente, di provare un sentimento di vergogna o colpa nel fare l’amore, oppure al contrario potresti essere molto libertino, e dare poco valore al rapporto intimo, non curandoti della persona con cui scegli di viverlo, magari lo fai come per dispetto, per sfuggire alle tante regole rigide che ti venivano imposte, per infrangerle.

Non preoccuparti, anche io ho sempre date colpe ai miei genitori, quasi tutti lo abbiamo fatto. Ma oggi voglio parlarti del potere del perdono. Vedi i tuoi genitori, i tuoi insegnanti, semplicemente non avevano gli strumenti adatti, non erano abbastanza consapevoli, il loro grado di evoluzione non gli ha permesso di capire che ti stavano facendo del male, loro erano realmente convinti di agire per il tuo bene. Devi perdonarli, perché solo in questo modo riuscirai a liberarti delle emozioni negative e creare finalmente una nuova realtà.

Non ti chiedo di cancellare tutto da un giorno all’altro o di andare ad abbracciare la persona che in passato ti ha terribilmente ferito, ti chiedo solamente di rilasciare ogni rancore o sentimento di odio nei confronti dell’altro, liberati di questi sentimenti, usa il perdono energetico, elimina ogni blocco e lascia che tutto fluisca.

A cosa serve il perdono energetico ti chiederai. Serve a liberarti delle catene che per anni ti sei imposto, serve a capire che tu meriti tutto ciò che di buono vi è su questa terra, l’abbondanza che reclami sta solo aspettando che tu le dia il via libera per arrivare da te. Sei solo tu a bloccarla, non i tuoi genitori, non il maestro che a scuola ti dava dello stupido, non quella zia che da piccola che ti faceva sentire brutta e inadeguata.

Manda amore a ogni evento o persona che in passato ti ha ferito, demoralizzato, fatto stare male. Manda amore, perdona ciò è successo e lascia andare.

Ti prego lascia andare, quella sensazione di inadeguatezza, quei complimenti mai ricevuti, quel sostegno e quell’incoraggiamento che tanto hai reclamato ma che non sono mai arrivati, quelle attenzioni che tanto volevi ma che nessuno ha saputo darti. Tu meritavi tanto, ma nessuno è stato in grado di donarti quell’amore di cui eri degno. Smetti di dare colpe agli altri, in questo modo ti fai solo del male. Lascia andare quel sentimento di rabbia per ciò che non è successo, per ciò che non hai potuto essere, per ciò che non ti hanno lasciato fare. La tua vita inizia da ora, ripulisciti dal tuo passato, dalla tua storia, affinché quelle situazioni non si ripetano più.

Potrai trovare ciò che serve in questo prezioso libro di Georgia Briata

Leave a Reply